Fondazione CRUI
Home » Corsi e Seminari » 11 gennaio 2018 | Dall’equipollenza al riconoscimento finalizzato: strumenti utili per conoscere i sistemi esteri e per riconoscere le relative qualifiche

11 gennaio 2018 | Dall’equipollenza al riconoscimento finalizzato: strumenti utili per conoscere i sistemi esteri e per riconoscere le relative qualifiche

Roma, 11 gennaio 2018, presso la sede della Fondazione CRUI, Piazza Rondanini, 48 (zona Pantheon) – [REPLICA]

La conoscenza dei differenti sistemi di formazione superiore, della natura delle istituzioni estere e delle qualifiche da esse rilasciate, sono presupposti fondamentali ad ogni strategia di internazionalizzazione. Una corretta conoscenza dei sistemi esteri è presupposto ad ogni tipologia di accordo o convenzione con atenei stranieri, oltre ad una corretta valutazione dei titoli di studio provenienti dall’estero. Inoltre, l’utilizzo di parametri internazionali, oltre alla corretta implementazione delle procedure dettate dalla Convenzione di Lisbona, è fondamentale al fine di presentare al meglio la propria istituzione e per il rilascio di documentazione adeguata sui propri titoli di studio, anche al fine di renderli più, comprensibili all’estero.

Il presente corso affronta i temi dell’internazionalizzazione delle istituzioni della formazione superiore, fornendo competenze avanzate per la gestione e per la risoluzione di problematiche nascenti dai modelli differenti d’istruzione, dal riconoscimento delle qualifiche estere e dalla partecipazione a programmi internazionali di mobilità, oltre a fornire una conoscenza approfondita sul sistema di istruzione superiore italiano, anche al fine di una più corretta valutazione delle qualifiche finalizzata all’attrazione di studenti internazionali di qualità.

DESTINATARI
Personale delle segreterie studenti, personale degli uffici post-laurea e dottorato, personale degli uffici che si occupano di bandi e concorsi e personale che svolge procedure di valutazione e riconoscimento di titoli di studio esteri all’interno degli atenei.

ORARI
Giovedì 11 gennaio 2018: 10.00 – 17:00

CONTENUTI DEL CORSO
Il corso è composto dei seguenti moduli, durante i quali saranno analizzati casi concreti riferiti a sistemi e a qualifiche estere:

  1. Sistemi esteri di istruzione superiore;
  2. Elementi dei titoli di studio;
  3. Corrispondenza, equivalenza, equipollenza;
  4. Equipollenze tra qualifiche italiane;
  5. Recepimento in Italia della Convenzione di Lisbona;
  6. Analisi delle procedure di riconoscimento e documentazione richiesta;
  7. Diniego al riconoscimento e “differenze sostanziali”;
  8. Normativa sul riconoscimento: analisi della “Circolare” sull’ammissione degli studenti stranieri;
  9. Risorse per la verifica dei titoli

DOCENTE

Luca LanteroLuca LANTERO
Direttore del CIMEA – NARIC Italia, centro italiano delle reti ENIC e NARIC. Esperto internazionale in sistemi esteri e valutazione di titoli di studio, è membro del BFUG. È referente italiano del Qualifications Framework del Processo di Bologna presso il Consiglio d’Europa, oltre ad essere esperto internazionale per la valutazione dei quadri dei titoli di differenti paesi esteri.
Coordina diversi progetti internazionali sul tema della valutazione dei titoli di studio ed è autore di numerose pubblicazioni sulle tematiche del riconoscimento delle qualifiche, dei sistemi esteri di istruzione superiore e sui programmi e titoli congiunti

DOCUMENTAZIONE RILASCIATA
Sarà possibile ritirare un attestato di partecipazione alla fine del percorso formativo. Si prega di verificare di aver ritirato l’attestato. Le richieste di invii delle copie degli attestati che perverranno alla Fondazione CRUI dopo un anno dall’erogazione del corso avranno un costo di €15,00 ad attestato (+ iva se dovuta).

COSTO
€ 400,00  (+ iva se dovuta*)

La classe dovrà essere formata da un numero minimo di 25 partecipanti e da un massimo di 50. Se non verrà raggiunto il numero minimo la Fondazione CRUI potrà decidere di annullare il Corso e di posticiparlo a data da definire. Infine, la Fondazione CRUI si riserva il diritto di chiudere senza preavviso le iscrizioni al raggiungimento del numero massimo dei posti disponibili.